L'intervento

​Saldi estivi a Bisceglie, inizio con il freno a mano tirato. L'allarme di Confcommercio

Per l'associazione di categoria «Le svendite di fine stagione hanno perso il loro appeal»

Cronaca
Bisceglie mercoledì 11 luglio 2018
di La Redazione
Saldi estivi
Saldi estivi © n. c.

Pochi, alla vigilia dei saldi estivi si facevano illusioni. E in effetti le previsioni sono state confermate. A Bisceglie in questo primo week-end le vendite di fine stagione sono iniziate a rilento e il segno negativo registrato nei negozi di abbigliamento e calzature, rispetto al passato è abbastanza diffuso.

I saldi stanno perdendo sempre più appeal - spiega Leo Carriera Direttore di Confcommercio Bari-Bat - per tante e direi, ovvie ragioni. Oramai nel commercio giornalmente vengono proposte attività di fidelizzazione dei clienti, e poi i vari black friday, i week end promozionali, il commercio elettronico sempre più imponente, hanno creato disinteresse da parte degli utenti verso il periodo promozionale, una volta, più atteso dell’anno. A questo aggiungiamo che i saldi arrivano troppo presto rispetto alla fine della stagione a cui si dovrebbero riferire, la stagione estiva è appena cominciata e quindi appare contraddittorio parlare di saldi di fine stagione. Ieri nella seconda giornata, c’è stato un po’ di passeggio nelle strade commerciali di Bisceglie, ma a causa della prevedibile bella giornata in tantissimi hanno preferito andare al mare, o al fresco nei centri commerciali. Purtroppo tra l’altro proprio a causa delle temperature estive, in questo periodo c’è maggiore flessione rispetto ai saldi di gennaio, per i quali, auspico un aumento e maggiore interesse da parte della gente, che oggi non trova attrattività. Oggi incrociamo le dita e speriamo che tutto vada meglio.

Un avvio tiepido,- conferma Nicola Papagni Presidente Comitato BisceglieViva Confcommercio, e Comitato Commercianti del Centro Urbano - il cliente più attento e più informato spende prima della data stabilita dalla Regione per acquisire il buon prodotto al miglior prezzo possibile. Il problema reale è che nel normale periodo lavorativo le vendite non vanno bene, quindi l’esigenza di aumentare i flussi di cassa porta a queste strategie, non sempre corrette, anzi che vanno dei commercianti che investono importanti capitali per una offerta competitiva, ma vantaggiose per il cliente finale. I saldi sono importanti, ma come abbiamo detto più volte, va rivalutata la normativa, per trovare il giusto compromesso tra ciò che è utile per gli acquirenti e ciò che è necessario per i commercianti. Non c’è dubbio, i saldi invernali funzionano meglio, la gente non è distratta dai fattori climatici che l’estate li induce ad andare fuori città”
Lascia il tuo commento
commenti