La novità

Teatro sul Bastione San Martino, firmata la convenzione: in arrivo 2milioni di euro

Fruttuoso incontro a Brescia alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi

Cronaca
Bisceglie lunedì 13 novembre 2017
di La Redazione
L'incontro a Brescia per il Teatro sul Bastione San Martino
L'incontro a Brescia per il Teatro sul Bastione San Martino © n.c.

Il Sindaco di Bisceglie, Vittorio Fata, ha siglato questa mattina a Brescia, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi, la convenzione per il finanziamento del teatro all’aperto presso il Bastione San Martino.

Lo rende noto un comunicato diffuso da Palazzo di città.

Il progetto del Comune di Bisceglie, classificatosi al venticinquesimo posto a livello nazionale su 451 proposte pervenute, ha ottenuto il massimo del finanziamento possibile (due milioni di euro) dal governo nazionale, nell’ambito del Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane periferiche.

Nell’area interna al “Bastione San Martino” sarà creato un “Teatro urbano all’aperto” capace di ben 600 posti a sedere, con servizi e aree annesse (area ludica per bambini, piccolo ristoro, biglietteria, etc.), in grado sia di integrare le dotazioni infrastrutturali della città a supporto delle attività culturali “tout court” (festival, concerti, proiezioni, performance, saggi, etc.), sia di rappresentare un volano per amplificare il rilancio del borgo antico anche in termini di sviluppo economico di attività connesse e di creazione di nuove opportunità di inclusione sociale e lavorativa.

“Una grande emozione rappresentare Bisceglie a Brescia, in un contesto nazionale, alla presenza del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, a coronamento dell’ennesimo straordinario risultato amministrativo”, ha sottolineato Vittorio Fata.

“Un altro sogno che diventa realtà: il teatro all’aperto sul Bastione San Martino si unirà agli altri contenitori culturali rigenerati e riqualificati dall’amministrazione Spina per perseguire il progetto di sviluppo culturale, sociale, turistico ed economico della città”, ha continuato il Sindaco Fata.

“Occorrerà presto individuare, contestualmente alla partenza dei lavori, il soggetto culturale idoneo alla gestione del nuovo polmone culturale e turistico della città - ha concluso Fata -. Tutti i contenitori culturali della città sono oggi affidati a importanti enti e associazioni culturali: Teatro Garibaldi al Teatro Pubblico Pugliese, il Teatro Don Luigi Sturzo alla Compagnia Teatro delle Onde di Tonio Logoluso, la chiesa di Santa Margherita al Fai, Palazzo Tupputi all’associazione Santa Margherita, Casale di Pacciano all’associazione Astrofili, Castello Svevo al Centro di Educazione Ambientale ZonaEffe, il Museo Etnografico all’archeoclub, il Museo del Gusto al Gal Ponte Lama, il Museo del Mare all’associazione presieduta da Paolo Tarantini, etc.”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette