Agenti e militari in azione

Spericolato inseguimento Bisceglie-Bari, un arresto

In manette 43enne barese con precedenti. Sulle sue tracce Polizia e Finanza

Cronaca
Bisceglie martedì 18 luglio 2017
di La Redazione
Polizia in azione © n.c.

Dovrà rispondere di tentato furto aggravato in abitazione - in concorso con ignoti - resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato il 43enne barese Giovanni Di Bari, arrestato l'altra sera nel capoluogo da Polizia di Stato e Guardia di Finanza.

Il soggetto, con numerosi precedenti, era a bordo di un'Audi lanciata a velocità sostenuta sulla statale 16, in direzione di Bari, inseguita da un’auto civetta della Fiamme Gialle. La fuga era iniziata a Bisceglie, quando Finanzieri avevano sorpreso - su segnalazione di un allarme antifurto - alcune persone all'interno di una villa.

La sala operativa della Questura ha disposto l'invio, a supporto, di due volanti. L’inseguimento è durato fino al ponte sulla statale che porta verso via Catino. L’uomo ha tentato di fuggire a piedi, ma è stato circondato dai poliziotti e dai militari. Per sfuggire alla cattura, si è scagliato con calci e pugni contro uomini e mezzi. In queste fasi concitate due poliziotti hanno riportato lesioni guaribili in dieci giorni.

La perquisizione personale e del veicolo ha portato alla scoperta di un apparato ricetrasmittente acceso e perfettamente funzionante e hashish e marijuana, detenute dal soggetto per uso personale.

L'arrestato era già stato sottoposto fino al luglio 2016 alla sorveglianza speciale. Nei suoi confronti sono state contestate numerosi infrazioni al Codice della strada, tra cui la guida senza patente (già revocata) e l’assenza di copertura assicurativa. La vettura è stata sequestrata.

Nella stessa serata da Bisceglie è giunta la conferma del tentativo di furto nella villa.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette