L'intervento

Rapina a mano armata a Bisceglie, «Per fortuna non abbiamo dovuto raccontare un'altra storia»

La Cgil chiede maggiore attenzione ai problemi della sicurezza. Ma le parole non bastano

Cronaca
Bisceglie sabato 01 aprile 2017
di La Redazione
Rapina - archivio
Rapina - archivio © n.c.

“Non solo gli assalti ai bancomat ed ai postamat, ormai quasi all’ordine del giorno, ora si torna anche alla rapina a mano armata come è accaduto ieri mattina ad un ufficio postale di Bisceglie dove, tra l’altro, un dipendente è rimasto ferito ed è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso”: commentano così Vincenzo Montrone, segretario generale della Slc Cgil Bat e Giuseppe Deleonardis, segretario generale Cgil Bat, l’assalto armi in pugno avvenuto ad un ufficio postale di Bisceglie.

“Per fortuna - hanno detto - le conseguenze per il lavoratore sono state lievi altrimenti staremmo raccontando un’altra storia. Ciò che non cambia è, invece, il clima di insicurezza che si respira in Provincia dove la criminalità agisce quasi del tutto indisturbata non soltanto in orari notturni ma anche in pieno giorno come dimostra quanto accaduto ieri mattina a Bisceglie”.

“Di recente abbiamo appreso dalla stampa che in una riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza che si è tenuta in Prefettura a Barletta, è stata decisa l’istituzione di un gruppo di lavoro sulla sicurezza urbana. Bene, confidiamo che ciò possa accadere nel più breve tempo possibile ma soprattutto che questo gruppo mostri la sua efficacia nell’immediato, altrimenti altro non sarà che un’altra buona intenzione, come già ce ne sono tante”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette