Il caso

Camassambiente: «Abbiamo ripulito la strada di accesso alla Casa Divina Provvidenza»

La nuova precisazione dell'azienda dopo l'intervento della direzione della Cdp

Cronaca
Bisceglie martedì 10 gennaio 2017
di La Redazione
Casa Divina Provvidenza
Casa Divina Provvidenza © Bisceglielive.it

Terza puntata di una storia che sta diventando paradossale. A colpi di comunicati stampa e di precisazioni a mezzo internet. 

La vicenda è quella relativa alle attività svolte durante l'emergenza neve di questi giorni. La Camassambiente ha plaudito pubblicamente all'impegno dei suoi dipendenti per ripulire le strade da neve e ghiaccio. Nel novero degli interventi svolti, però, ha citato la Casa Divina Provvidenza. 

Cosa che ha provocato la reazione della Direzione generale che ha precisato che l'emergenza neve è stata assolta in proprio dai dipendenti della Cdp. 

Oggi la contro replica della Camassambiente che precisa ulteriormente: «Occorre precisare che il riferimento alla Casa della Divina Provvidenza contenuto nella nota della Camassambiente del 08 Gennaio 2017 non riguardava la gestione dell'emergenza neve nell'area interna della struttura (si rammenta che il gestore dei servizi di igiene urbana è tenuto a intervenire solo su area pubblica), ma la viabilità di accesso intesa come via Bovio, sulla quale si trova lingresso al complesso ospedaliero, che è stata tenuta costantemente sotto controllo e transitabile anche mediante l'aspersione di acqua salata con  utilizzo di autobotte di proprietà della Camassambiente, condotta da personale della medesima società. In assenza di condizioni di praticabilità della predetta via cittadina la struttura sarebbe potuta, evidentemente, rimanere isolata».

Speriamo, naturalmente, che si tratti di un ultimo capitolo di questa vicenda. Anche perché nel frattempo è tornata a cadere la neve.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette