L'evento

“Open Studi aperti” a Bisceglie 30 architetti in una sola esposizione

​La manifestazione, giunta alla seconda edizione, prevede l’apertura al pubblico di tutti gli studi sul territorio nazionale. L’unica esposizione collettiva è stata organizzata a Bisceglie

Attualità
Bisceglie mercoledì 16 maggio 2018
di Alessandro Ciani Passeri
Lo sguardo dell'Architetto
Lo sguardo dell'Architetto © n.c.

Torna il 18 e il 19 maggio prossimi “Open Studi Aperti”, iniziativa organizzata dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e dagli Ordini territoriali in cui centinaia di studi di architettura saranno aperti ai cittadini, in contemporanea.

In tutta Italia verranno organizzati eventi, performance, dibattiti e presentazioni – un vera e propria manifestazione di architettura diffusa sul territorio italiano – per avvicinare il cittadino all’architetto (pianificatore, paesaggista e conservatore) e farne conoscere l’importanza quale figura fondamentale della vita quotidiana del singolo e delle comunità, come operatore di tutela e di valorizzazione del paesaggio, dei territori, del patrimonio artistico e culturale.

A Bisceglie, un gruppo di architetti ha avuto l'idea di unirsi coinvolgendo nello stesso luogo professionalità diverse, grandi e piccoli studi, architetti associati, giovani professionisti e architetti insegnanti, tutti uniti in una grande azione di testimonianza della funzione sociale dell’Architettura.

Dall’abitare alla città, dalla piazza ai territori più vasti.

A parlarne, ognuno a proprio modo, saranno questi 30 architetti biscegliesi che invitano all’inaugurazione il 18 maggio alle ore 18,00 presso l’auditorium di Santa Croce a Bisceglie.

Durante le giornate di esposizione presso il Sepolcreto di Santa Croce verrà posta al centro l’Essenza dell'Architettura e l’imprescindibile figura dell’Architetto con le sue poliedriche sfaccettature. La mostra sarà aperta fino al 20 maggio dalle 18 alle 22.

Arte, letteratura, fotografia, musica, società: tutto crea Architettura o da essa é creato.

Per un significativo contributo al dibattito sul futuro dell’abitare, delle città e dei territori, il gruppo propone un nuovo paradigma della qualità della vita urbana, ripensandone il modello, dando spunti sociali e tecnici al fruitore, che sia egli un comune cittadino o un membro dell'amministrazione locale.

Con questo evento ci si apre al piacere di dialogare su più fronti con amici, curiosi e colleghi per vagliare le ampie tematiche legate al mondo dell’architettura, del design e molto altro.

Con questa celebrazione dell’architettura ai cittadini sarà permesso di toccare con mano come nasce un progetto, quali competenze vengono attivate, quali sono i concept, gli stimoli, le intuizioni, come avvengono le trasformazioni di spazi e di territori.

La volontà è quella di creare un clima di cultura e divertimento, dove il confronto risulti fonte inesauribile di crescita personale e professionale, dove la leggerezza e la serenità degli animi supporti il visitatore nell’interiorizzare il messaggio collettivo figlio dei singoli sguardi degli architetti, volti alla città e agli abitanti, dove solo i muri mentali potranno crollare e a sbocciare saranno intuizioni e nuove collaborazioni.

Bisceglie, gli Architetti

Arch. Giulio Losapio

Arch. Serena Celestino

Arch. Giovanni Nacci

Arch. Bartolo Di Pierro

Arch. Domenico Tritto

Arch. Ida Martucci Arch. Cristina Mastrototaro

Arch. Rosalba Rutigliano

Arch. Giovanni Pellegrini

Arch. Michele Minutilli

Arch. Pierluigi Pindinelli

Arch. Federica Maenza Arch. Antonella Consiglio

Arch. Daniela Salerno

Arch. Simonetta Squiccimarro

Arch. Licia Lamanuzzi

Arch. Francesco Storelli

Arch. Arcangelo Ficco Arch. Anna Santilli

Arch. Massimo Pedone Arch. Pantaleo Pedone Arch. Eleonora Pedone Ing. Piero Pedone

Arch. Matteo di Venosa Arch. Vito Ruggiero Arch. Alba Laura Dell’Olio Arch. Valentina Zecchillo Arch. Giorgio di Bitonto

Arch. Ing. Lucia Monopoli

Arch. Maurizio Valente

Lascia il tuo commento
commenti