L'evento

Mohamed BA torna al Circolo Arci Open Source di Bisceglie per raccontare l'Africa, l'Occidente e la libertà

L'appuntamento è fissato per venerdì 3 marzo a partire dalle 21.00

Attualità
Bisceglie giovedì 02 marzo 2017
di La Redazione
Mohamed BA torna al Circolo Arci Open Source di Bisceglie
Mohamed BA torna al Circolo Arci Open Source di Bisceglie © n.c.

Il Circolo ARCI Open Source di Bisceglie ospita per la terza volta il bravissimo Mohamed Ba e il suo nuovo spettacolo: “La Ri(e)voluzione”, un'opera teatrale a due voci dedicata a Thomas Sankara, giovane leader africano scomparso trent'anni fa.

La modernità rischia di uccidere quello che abbiamo ereditato da coloro che ci hanno preceduto: Thomas Sankara si interrogava sul futuro della sua terra, l'Africa, in un mondo ormai omologato, fatto di camere d'albergo tutte uguali, vestiti identici, giudizi sul tempo che si ripetono. Siamo davvero liberi di scegliere? Nel pensiero di Sankara esistono dei luoghi scevri dalla corruzione, luoghi della memoria e della vibrazione misteriosa più veri di quelli meramente geografici, luoghi capaci di nutrirci e sostenerci: ogni cosa parla, se siamo predisposti a intendere. La cultura può aiutarci a vivere e a far vivere le tradizioni senza divenirne ostaggio.

Venerdì 3 marzo dalle 21.00, il Circolo ARCI Open Source di Bisceglie, con sede in via Ruvo 127, torna a ospitare il grande artista internazionale Mohamed Ba e il suo ultimo spettacolo “La R(e)voluzione”.

Chi è Mohamed Ba?

Nato in Senegal, “un piccolo grande paese dell'Africa Occidentale”, Mohamed Ba vive e lavora in Italia da ormai molti anni: “mi muovo con la consapevolezza che il tronco d'albero in acqua ci sta secoli e non per questo diventa un coccodrillo”. Portatore di valori, di culture e tradizioni che non necessariamente somigliano ai valori e alle tradizioni italiane, Mohamed Ba cerca di costruire un ponte che colleghi il suo spirito  africano col territorio che lo ospita. Ba collabora con varie realtà teatrali: “il teatro e le percussioni sono quello che sento di portare all'appuntamento del dare e del ricevere che è semplicemente l'intercultura”.

Ingresso riservato ai possessori di tessera ARCI

Contributo serata 5 euro.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette